Sharing3fvg

INDUSTRIA 4.0

Immagine news

INDUSTRIA 4.0: COSA STA ACCADENDO NELLA QUARTA RIVOLUZIONE INDUSTRIALE
Se ne sente parlare sempre più spesso. Molti ne lodano le opportunità, altrettanti ne temono i rischi. Abbiamo cercato di capire cosa sia con l'aiuto di esperti dei vari settori coinvolti, in una serie di webinar del programma Sharing3FVG. Ecco cosa abbiamo imparato.
 

CHE COS'È L'INDUSTRIA 4.0
L'espressione indica la "quarta rivoluzione industriale": dopo le prime tre, messe in moto ripettivamente dal vapore, dall'elettricità e dall'informatica, quest'ultimo stravolgimento è scaturito dalla digitalizzazione delle macchine e degli oggetti, che li rende sempre più connessi e in grado di  migliorare le condizioni di lavoro aumentando la produttività e la qualità degli impianti.
 

UN GRANDE CAMBIAMENTO
Come già in passato, le innovazioni tecnologiche sono lo stimolo iniziale a un cambiamento più ampio che va oltre l'industria. Lo sottilnea Annalisa Magone, presidente di Torino Nord Ovest e curatirce del libro "Industria 4.0 - Uomini e macchine nella fabbrica digitale": "La fusione tra mondo reale degli impianti e mondo virtuale dell'informazione è un sistema cyber-fisico, dove trova posto una rete di macchine, beni reali e oggetti virtuali, strutture di calcolo, device di comunicazione...uomini". Lo sviluppo di nuove tecnologie non annulla, come temono molti, il ruolo dell'uomo dell'industria, ma anzi lo coinvolge e lo rinnova (guarda  il webinar INDUSTRIA 4.0. COME CAMBIANO LE ORGANIZZAZIONI E LE FIGURE PROFESSIONALI) Senza dimenticare che, come sottolinea Tatiana Mazali,  diventa centrale il ruolo dell’alfabetizzazione digitale (guarda il webinar: LE COMPETENZE PROFESSIONALI NELLA SOCIETÀ DIGITALE, TRA NUOVE OPPORTUNITÀ E NUOVE FORME DI DIGITAL DIVIDE)
 

LE TECNOLOGIE PER L'INNOVAZIONE
La questione delle tecnolgie abilitanti dell'Industria 4.0 è molto dibattuta. Le principali sembrano essere:

- L'IoT (Internet of Things): oggetti e macchine digitalizzati e connessi ad Internet. Possono raccogliere ed elaborare grandi quantità di dati, memorizzare e scambiare informazioni. Come ha spiegato Maurizio Scabbia, presidente di Open Innovation, gli oggetti interconessi sviluppano un comportamento sociale  e collaborano con altri oggetti o persone (guarda il webinar  DALLA TECNOLOGIA ALL’OPPORTUNITÀ DI BUSINESS: COME AGGIUNGERE VALORE AI PRODOTTI CON L’INTERNET OF THINGS ). Ciò determina un cambiamento non solo nella produzione, ma anche nella quotidianità: la disponibilità di oggetti intelligenti semplifica la vita delle persone e favorisce la nascita di nuovi mercati, come  quello della Casa 2.0 (guarda il webinar di Maurizio Scabbia  FARE BUSINESS CON LA CASA 2.0 ).

- Robotica collaborativa: con l'interconessione le macchine diventano più autonome. Questo motiva in molti il timore che esse "rubino" il lavoro all'uomo. Alessandro Gasparetto, professore di Meccanica Applicata alle Macchine all’Università di Udine, ridimensiona questa paura, ricordandoci che i robot di nuova generazione saranno collaborativi: meno veloci e potenti, ma pensati per lavorare fianco a fianco con l'uomo in sicurezza (vedi il webinar LE NUOVE FRONTIERE DELLA ROBOTICA). Le macchine si fanno "smart", ma restano strumenti che necessitano dell'uomo. Marco Sortino, docente di tecnologia meccanica presso l'università di Udine, ci ha mostrato come funzionano questi utensili intelligenti impiegati nell'industria (vedi il webinar MACCHINE UTENSILI INTELLIGENTI)

- Stampa 3D: la cosiddetta addictive manufacturing. Stampare oggetti aggiungendo strati di materiale consente di ridurre gli sprechi e avere maggiore libertà di forma negli oggetti. Il procedimento ci è stato spiegato dal Professor Sortino, nel webinar STAMPA 3D DI LEGHE METALLICHE, dove per altro ricorda i continui progressi di questa tecnica, che consente di stampare in materiali diversi ed è già impiegata in vari settori, dal medicale all'aerospaziale.


INDUSTRIA NUOVA, NUOVI BUSINESS
Le tecnolgie determinano un nuovo modo di produrre. Ciò ha un forte impatto sui modelli di business. Come ha spiegato Luigi Serio, professore  di Economia e Gestione delle imprese presso l’Università Cattolica di Milano, per sopravvivere al cambiamento le imprese devono adattarsi alle nuove tendenze: non solo impiegando le nuove tecnologie, ma anche adottando un attegiamento più internazionale e collaborativo (come le reti d'impresa, di cui ci ha parlato il direttore del Cluster Arredo e Sistema Casa FVG, Carlo Piemonte, nel webinar NUOVE STRATEGIE PER LO SVILUPPO DI RETI COMMERCIALI NEI SISTEMI DISTRIBUTIVI) e sfruttando conoscenze e competenze per una continua innovazione (vedi il webinar di Luigi Serio INDUSTRIA 4.0: COME CAMBIANO I MODELLI DI BUSINESS E LE COMPETENZE CRITICHE).

21/04/2017